Quando il rendimento scolastico di un bambino non corrisponde alle aspettative che i suoi insegnanti hanno per lui, occorre porsi la domanda: potrebbero queste difficoltà derivare da un disturbo di apprendimento?

Ebbene sì, esiste, e sono tanti i bambini e gli adulti che hanno questo disturbo (circa il 4% della popolazione scolastica italiana). Affrontiamolo con serenità come tanti altri disturbi a cui oramai è facile rimediare con appositi accorgimenti. Se non vedo tanto bene, uso gli occhiali, se sono dislessico o disortografico, posso serenamente usare altri strumenti compensativi, come lo sono per un miope gli occhiali o le lenti a contatto, a cui è ormai abituato e usa tutti i giorni senza quasi accorgersi di averli.

Molte le risorse di aiuto in rete, per chi ha un disturbo di apprendimento. Abbiamo raccolto qui alcuni dei migliori siti, dove è possibile accedere a tanto materiale, per aiutarci a comprendere il disturbo di apprendimento e aiutare nella pratica quotidiana dello studio i nostri bambini.

Una guida che ci aiuta a capire in modo veloce e chiaro cosa sia il disturbo di apprendimento è il testo di Martina Troiano e Patrizia Zuccaro “Dislessia, Vademecum – Distrubi specifici di apprendimento”. Scritto per gli insegnanti è utilissimo anche per i genitori.

Nei seguenti siti troverete invece documentazione e suggerimenti, per affrontare e accompagnare nel modo migliore i bambini, che devono confrontarsi e convivere quotidianamente con questa difficoltà.

Associazione Italiana Dislessia  L’AID è la principale associazione onlus, di persone e famiglie di bambini con disturbo di apprendimento. Utilità varie sono presenti nel sito, oltre ad offrire un servizio di consulenza gratuita telefonica, a chi inizia a confrontarsi con il disturbo di apprendimento, per un aiuto diretto a chi si trova alle prime armi nel confronto con la dislessia.

Aiutodislessia Un utilissimo luogo virtuale pensato e scritto dalla mamma di una bambina, ora ragazza, dislessica. Tanto materiale e tanti suggerimenti visti da “dentro” il problema.

Training cognitivo Il sito di uno studio privato di terapeuti, che si occupano di Disturbo di Apprendimento; ricco di molte spiegazioni, descrizioni e rimandi a materiali utili.

Libro Parlato Lyons Potrete trovare una ricca bibliografia trasformata in audiolibri, ovvero libri registrati da “viva voce”, che i bambini (e gli adulti) posson ascoltare invece di leggere.

Per chi vuole approfondire le modalità con le quali il nostro cervello si attiva nel processo di apprendimento, vi rimando a questo video del Prof. Giacomo Stella, dal titolo “Scuola e apprendimento: cosa dicono le neuroscienze”.

About the author

Related

JOIN THE DISCUSSION